AFNT-TO
LE OMBRE DELLA PREVIDENZA ENPAF

LE OMBRE DELLA PREVIDENZA ENPAF

La mission di una cassa previdenziale dovrebbe essere sempre quella di fornire tutele ai suoi iscritti.
Purtroppo non sempre è così, e i dubbi sulla legittimità delle norme e della loro eticità  sorgono spontanei.
Questo testo vuole essere una sintesi e una denuncia delle principali criticità dell'Enpaf verso le fasce più deboli dei sui iscritti.
RINNOVO CCNL DEI DIPENDENTI DELLE FARMACIE PRIVATE...

RINNOVO CCNL DEI DIPENDENTI DELLE FARMACIE PRIVATE.

TORINO 4-11-19

Nell'ambito del rinnovo del CCNL per i dipendenti di farmacia privata " è prevista il giorno 5 novembre c.m. presso la sede della Filcams Nazionale  la convocazione di un coordinamento dei delegati sindacali e delle strutture territoriali Filcams Cgil» finalizzata a fare il punto sulla riunione".....

fonte


 

Segnaliamo inoltre  il sondaggio sulla pagina facebook  
"Il rinnovo del contratto dei dipendenti di farmacia privata è fermo da sette anni. La controparte chiede maggiore flessibilità oraria. Sei favorevole o meno ad aumentare tale flessibilità modificando quanto previsto nell'attuale CCNL?"

DOPO LE PROTESTE, REPUBLICA RETTIFICA "COMMESSA" I...

DOPO LE PROTESTE, REPUBLICA RETTIFICA "COMMESSA" IN "FARMACISTA"

 

IL FATTO: il giornale online "la REPUBBLICA"  pubblica il 26 agosto scorso un articolo su una rapina a lieto fine avvenuta in una farmacia di Alessandria. Come sucede spesso in quest articoli di cronaca, la professionista che sta al banco della farmacia è stata denominata commessa (nella prima versione dell'articolo). Come presidente di AFNT-TO ho ritenuto opportuno intervenire con una lettera di protesta inviata alla  redazione del giornale, nonchè  con un post della lettera  sulla pagina facebook del giornale in questione, dove inoltre non sono neanche mancate  le lamentele di altri colleghi . Dopo pochi giorni  arriva la rettifica del giornale, e "commessa" è stato sostituito da farmacista/dottoressa! Serve un maggiore riconoscimento del ruolo del farmacista collaboratore, a cominciare dall'informazione giornalistica. Serve chiarezza sui ruoli dei professionisti che lavorano in farmacia affinchè non passi la convinzione dei cittadini che per stare al banco di una farmacia non serva nessuna laurea.
Patrizia Mallevadore.


LA LETTERA INVIATA A REPUBBLICA

Gentile Redazione,
Trattandosi dell'ennesimo articolo di cronaca in cui la collega che si trova al banco della farmacia viene denominata "commessa", ci tengo a precisare che i professionisti che i cittadini trovano al banco di una farmacia, che spediscono ricette e consigliano i farmaci sono Dottori in Farmacia, non sono COMMESSI DI FARMACIA. Questi indossano un camice bianco e portano il caduceo. Si tratta di professionisti sanitari, non di commessi perché la farmacia non è un negozio, ma un presidio sanitario e chi vi lavora dispensando il farmaco e consigli sulla salute, deve avere i requisti per farlo come stabilito dalla legge.
Troppe volte la stampa ci descrive come commessi, soprattutto quando a stare a banco è una donna, e questa ci appare un'ulteriore discriminazione.
I farmacisti titolari di farmacia e NON (i farmacisti non titolari costituiscono i 2/3 degli iscritti agli Albi dei Farmacisti) sono più precisamente dottori laureati in Farmacia o Chimica e Tecnologia farmaceutiche, lauree che prevedono un severo percorso di studi. Sono dottori che lavorano nelle farmacie, nelle parafarmacie, negli ospedali, nonché nei laboratori e nell'industria. Circa il 70% dei farmacisti è donna.
Noi farmacisti non titolari in Italia siamo circa 60.000, tra questi i "dipendenti di farmacia" sono i meno conosciuti dall'opinione pubblica, come all'ombra della figura dei farmacisti titolari. Fatichiamo molto ad ottenere la giusta attenzione per problematiche quali il rinnovo del CCNL e la gravosa questione previdenziale Enpaf. Siamo una categoria frammentata sul territorio ma decisa ad ottenere il giusto riconoscimento, a cominciare da voi giornalisti. Per favore non chiamateci più COMMESSI.
Cordiali saluti,
Patrizia Mallevadore
Presidente dell'Associazione "Farmacisti non Titolari" di Torino AFNT-TO
Vice Presidente del Comitato NO ENPAF FARMACISTI DIPENDENTI E DISOCCUPATI.


ISCRIVITI AL COMITATO NO ENPAF. FIRMA E FAI FIRMAR...

ISCRIVITI AL COMITATO NO ENPAF. FIRMA E FAI FIRMARE LA PETIZIONE!


Se anche tu sei fermamente convinto che Enpaf debba divenire facoltativo per i farmacisti dipendenti e disoccupati puoi contribuire attivamente con 2 semplici azioni:
 



LE RICHIESTE DEL COMITATO NO ENPAF:

– contribuzione Enpaf facoltativa per i farmacisti dipendenti che già possiedono altra previdenza obbligatoria e per i disoccupati iscritti all’albo
– possibilità di restituzione dei contributi previdenziali Enpaf per quei farmacisti che avendo altra previdenza obbligatoria opteranno per la cancellazione da Enpaf, nonché di quelli silenti
– contribuzione Enpaf legata al reddito e non più a quota fissa per i farmacisti liberi professionisti che hanno questo ente come previdenza di primo pilastro, borsisti compresi.


SERVE LA TUA SOLIDARIETA' SERVE IL TUO CONTRIBUTO!

AFNT-TO

oneuvRsgoYWWlwU-800x450-noPad.jpg

 

IL 9 APRILE 2019 NASCE il COMITATO SPONTANEO “NO ENPAF OBBLIGATORIO PER I FARMACISTI DIPENDENTI E DISOCCUPATI
La manifestazione del 9 Aprile in Piazza Montecitorio a Roma contro l'obbligo Enpaf per i farmacisti dipendenti e disoccupati ha visto la partecipazione dei colleghi da tutta Italia. Durante la manifestazione è ufficialmente nato il Comitato e sono stati eletti Presidente il dott. Giancarlo Landi, Vice Presidenti. dott.ssa Patrizia Mallevadore e dott.ssa Arianna Scala. In giornata una delegazione del Comitato è stata accolta dalla Senatrice Nunzia Catalfo Presidente della 11ª Commissione permanente (Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale) e nell'incontro sono state illustrate le principali criticità Enpaf relative ai farmacisti dipendenti e disoccupati. Sempre in giornata è stata avviata dal Comitato una petizione online contro l'obbligo Enpaf, che in sole 24 ore ha raggiunto oltre 1000 sottoscrizioni.
COMITATO"NO ENPAF OBBLIGATORIO PER FARMACISTI DIPENDENTI E DISOCCUPATI”

IL  VIDEO  DELLE  3 MANIFESTAZIONI NO ENPAF.

iscriviti al canale ufficilae  YOU TUBE del Comitato NO ENPAF!
segui il Comitato NO ENPAF DALLA SEGUENTE PAGINA  UFFICIALE  FACEBOOK!
ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI  2019  E SERATA DI CONSUL...

ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI 2019 E SERATA DI CONSULENZA DEL LAVORO.


Mercoledì 3 Aprile 2019, alle ore 21, presso l'Hotel Holiday Inn, piazza Massaua 21, Torino si terrà l'Assemblea ordinaria di AFNT-TO abbinata alla  consulenza del lavoro di AFNT-TO. Sarà previsto uno spazio dedicato alle vostre domande.
La partecipazione è possibile solo per gli iscritti di AFNT-TO.

per l'iscrizione online     http://www.afnttorino.it/iscrizione-anno-2019_3207661.html

Per chi non è ancora iscritto, e preferisce iscriversi versando la quota brevi manu, è possibile partecipare iscrivendosi ad AFNT-TO a inizio serata. Per ragioni logistiche occorre confermare la propria presenza all'indirizzo afnt.to@libero.it entro e non oltre il 1 Aprile 2019.



Ordine del Giorno:

ore 20.30   Proseguimento  iscrizioni all'Associazione.
ore 21.00   Introduzione alla serata da parte del Presidente di AFNT-TO, dott.ssa Patrizia Mallevadore: lo stato dell'associazione e  manifestazione NO ENPAF del 9 Aprile a Roma

ore 21,15   Approvazione Bilancio  anno  2018.

ore 21,30   Inizio intervento del dott. Mauro Cozzolino  consulente del lavoro

ore 23,00   Chiusura della serata.
 

SI APPRENDE DAL COMUNICATO DEL 20-2-19 DELLE TRIPLICE CHE ALL'ULTIMO TAVOLO PER IL RINNOVO DEL CCNL  FEDERFARMA HA CHIESTO " l’estensione della flessibilità e la riduzione dei permessi, come strumenti necessari (dal proprio punto di vista) per la gestione di orari di apertura più ampi che in passato. A giudizio di Federfarma, queste disponibilità costituiscono la condizione per affrontare il rinnovo del contratto.".....
PER QUESTO MOTIVO  AFNT-TO HA DECISO DI PARLARE DI QUESTI ARGOMENTI DURANTE LA SERATA DEL 3 APRILE: "CCNL PERMESSI E FLESSIBILITA' OGGI "

Occorre conoscere bene i nostri diritti sempre, ma a maggior ragione quando incombe il pericolo di una loro restrizione.

AFNT-TO ti dà questa possibilità, iscriviti all'Associazione e partecipa alla serata.
Il tuo sostegno è VITALE per l'Associazione e il  SAPERE ci rende più forti.

AFNT-TO

 

MANIFESTAZIONE  NO ENPAF 9-04-19 a ROMA PIAZZA MON...

MANIFESTAZIONE NO ENPAF 9-04-19 a ROMA PIAZZA MONTECITORIO

L'APPELLO DEI COLLEGHI SU YOUTUBE


 

RINNOVO CCNL DIPENDENTI FARMACIE PRIVATE

RINNOVO CCNL DIPENDENTI FARMACIE PRIVATE


STALLO CCNL: LA DENUNCIA DI CONASFA
La Federazione Nazionale Associazioni Farmacisti Non Titolari denuncia l’immobilismo nella trattativa per il rinnovo del contratto di lavoro. “Con il perdurare di questa situazione la perdita di "rinnovi naturali e doverosi" va a scapito sia della dignità economica del professionista sia sulla maturazione della pensione al termine del rapporto di lavoro”



Un resoconto degli incontri  tra Federfarma e Sindacati, per il rinnovo del CCNL , è reperible  alla seguente pagina web.https://www.farmacie.blog/farmacie/
ISCRIVITI AD AFNT-TO PER L'ANNO 2019

ISCRIVITI AD AFNT-TO PER L'ANNO 2019

Quest'anno iscriversi ad AFNT-TO è ancora piu' facile e più conveniente!
La quota ordinaria è infatti pari a 15€, e non più 18€ come gli anni precedenti.
Per iscriverti vai alla seguente pagina.

Sono ormai centinaia i colleghi che dal 2010 sono stati aiutati in momenti di difficoltà dalla consulenza del lavoro di AFNT-TO. L'associazione inoltre si sta battendo per un Enpaf non obbligatorio per i farmacisti dipendenti, e  sta collaborando attivamente con con vari enti ed associazioni al fine di  dare un proprio contributo in termini di proposte sui temi della nostra professione.

Rimaniamo uniti e solidali, consapevoli dell'importanza di "esserci".
Iscrivetevi e invitate i vostri colleghi ad iscriversi all'Associazione dei Farmacisti non Titolari di Torino!

Il direttivo di AFT-TO
30-10-18. RINNOVO CCNL, LO STALLO CONTINUA.

30-10-18. RINNOVO CCNL, LO STALLO CONTINUA.

IL 15 ottobre   si  è svolto a Roma un incontro tra Federfarma e i sindacati che rappresentano i lavoratori delle farmacie (Filcams CGIL, Fisascat CISL e UILtucs ) a cui non sono seguite  notizie  dopo il termine dell’incontro.
Si ricorda che il CCNL dei dipendenti delle farmacie private é scaduto nella parte economica il 31 gennaio 2013.






IL VOLANTINO NO ENPAF

IL VOLANTINO NO ENPAF

ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI 2018.

ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI 2018.

RISULATI ASSEMBLEA ELETTIVA
Il 10 maggio, in occasione dell'Assemblea annuale degli iscritti, si sono tenute le elezioni
per il rinnovo del Consiglio direttivo di AFNT-To.
Il Consiglio uscente è stato riconfermato e risulta così costituito:
Patrizia Mallevadore, Presidente
Lino Gorrasi, Vicepresidente
Paola Spagliardi, Vicepresidente
Micaela Di Stasi, Segretario
Antonella Bajardi, Tesoriere


 


RINNOVO CCNL DIPENDENTI FARMACIE PRIVATE

RINNOVO CCNL DIPENDENTI FARMACIE PRIVATE

Un resoconto degli incontri  tra Federfarma e Sindacati, per il rinnovo del CCNL , è reperible  alla seguente pagina web.https://www.farmacie.blog/farmacie/
RINNOVO CONSIGLI DIRETTIVI ORDINI DEI FARMACISTI.

RINNOVO CONSIGLI DIRETTIVI ORDINI DEI FARMACISTI.

RINNOVO CONSIGLIO ORDINE TORINO TRIENNIO   2018-2019-2020

Caro collega,

grazie al tuo sostegno, anche per il prossimo triennio AFNT avrà dei rappresentanti nel nostro Ordine provinciale: Micaela Di Stasi come Consigliere e Paola Spagliardi come Revisore dei conti.

Ti ringraziamo per essere andato a votare e per aver appoggiato le candidature delle nostre rappresentanti!

Il Consiglio direttivo di AFNT

Patrizia, Antonella, Micaela, Lino e Paola





Ecco l'elenco aggiornato delle date per i rinnovi dei consigli degli Ordini provinciali.
27-09-2017 PROPOSTA RIASSORBIMENTO PARAFARMACIE

27-09-2017 PROPOSTA RIASSORBIMENTO PARAFARMACIE

La Federazione Nazionale Associazioni Farmacisti non titolari CONASFA  e il sindacato SINASFA 
esprimono il loro parere sulle recenti proposte di riassorbimento delle parafarmacie.
CHIARIMENTI SUL SERVIZIO   DI CONSULENZA DEL LAVOR...

CHIARIMENTI SUL SERVIZIO DI CONSULENZA DEL LAVORO DI AFNT-TO

Gentile collega,

la nostra associazione sta assistendo questo autunno ad un consistente aumento di richieste di consulenza in materia di diritto del lavoro.

La consulenza è un servizio che AFNT-TO offre gratuitamente ai suoi iscritti, che ben conoscono la procedura.

I colleghi non iscritti che vorrebbero usufruire del servizio di consulenza devono

1) iscriversi ad AFNT-TO seguendo le istruzioni su questo sito alla pagina ISCRIZIONE

2) inviare via mail gli estremi del pagamento e il quesito da porre al consulente del lavoro (che risponderà nel giro di una settimana circa)
Si vuole chiarire che i farmacisti dipendenti di parafarmacia possono iscriversi ad AFNT-TO ( i titolari di parafarmacia invece no, sempre secondo lo statuto di AFNT-TO).

Si ricorda che l'iscrizione è annuale e termina il 31 dicembre dell'anno in corso. Come indicato sul nostro sito, chi versa in difficoltà economiche puo' usufruire dell'iscrizione agevolata a 2 €.

La tua iscrizione, oltre a garantirti i servizi offerti da AFNT-TO, si traduce in un sostegno concreto all’associazione, che dal febbraio 2010 rappresenta e porta avanti le istanze dei farmacisti non titolari di Torino e del Piemonte, grazie all’impegno del suo direttivo.

 

Il direttivo di AFNT-TO

17264904_807344692774860_1399777400752306716_n.jpg


21-03-17. CONASFA A FARMACISTAPIU' 2017.
Il testo del discorso  di Silvera Ballerini  , Presidente Conasfa, letto durante l'incontro organizzato da CONASFA.


 



6-02-17  CONASFA: NO   ALLA SCISSIONE DEL BINOMIO FARMACO FARMACISTA!
Ecco il testo del documento.
CONCORSO STRAORDINARIO REGIONE PIEMONTE

CONCORSO STRAORDINARIO REGIONE PIEMONTE

25-11-2016. QUARTO INTERPELLO
Nel  D.D. 22 novembre 2016, n.746 della Regione Piemonte, Supplemento ordinario n. 1 al B.U. n. 47 del 24/11/2016  è disponibile l’elenco delle 55 sedi farmaceutiche che formano oggetto del quarto interpello del concorso straordinario delle sedi farmaceutiche nei Comuni della Regione Piemonte.

28-10-2016 . TERMINATO  TERZO INTERPELLO

14-09-2016. ESITI SECONDO INTERPELLO
Gli esiti dell’interpello dei candidati vincitori e l’elenco delle sedi non abbinate/non        accettate/rifiutate e oggetto di decadenza dall’accettazione.
Rifiutato il 59% delle sedi di questo  secondo interpello.

 
 30-09-2015. ESITI PRIMO INTERPELLO
Sono terminate in Piemonte le procedure di interpello e di accettazione delle sedi farmaceutiche con il pagamento della tassa di concessione regionale. Ecco gli esiti dell’interpello dei candidati vincitori e lelenco delle sedi non abbinate/non accettate/rifiutate e oggetto di decadenza dall’accettazione.
 
4-12-2014. GRADUATORIA
La regione Piemonte ha pubblicato sul bollettino ufficiale regionale n° 49 del 04/12/2014 la graduatoria del concorso straordinario per sedi farmaceutiche
 

LO STAGE DEL FARMACISTA NEOLAUREATO IN FARMACIA.


  • 2-05-2016
COMUNICATO STAMPA CONASFA
STAGE IN FARMACIA: L'ESEMPIO DEL PIEMONTE VENGA PRESO A MODELLO

Conasfa concorda con la proposta di Sinasfa e di Asfi di introdurre ildivieto di estendere agli iscritti agli ordini professionali (anche per le professioni diverse da quella di farmacista) lo svolgimento di tirocini di “formazione ed orientamento” sull'esempio del Piemonte.
 

  • 23-04-2016
Si riaccende il dibattito su abuso del tirocinio post laurea. Le opinioni di   ASFI e  di altri esponenti della professione.

  • 21-04-2016
Si segnala sull'argomento "stage post laurea"  l'opinione di Sinasfa e quella del presidente dell'ordine dei farmacisti di Rimini.

  • COS'E' LO STAGE POST LAUREA NORMATO DALLA LEGGE FORNERO??
leggi il seguente   articolo








15-06-2015. Prolungata da 5 a 7 anni la finestra di disoccupazione Enpaf che consente il pagamento della quota ridotta.DELUDE LA DURATA DEL PROVVEDIMENTO PER SOLI 3 ANNI.

- Il ministero del Lavoro, di concerto con il ministero dell’Economia, ha approvato ieri la deliberazione del Consiglio nazionale dell’Enpaf che prevede il prolungamento da 5 a 7 anni del periodo massimo di contribuzione ridotta o di solidarietà per gli iscritti che si trovano in stato di disoccupazione temporanea ed involontaria.La modifica, introdotta con effetto dal 1° gennaio 2016, esclude la possibilità di un’applicazione retroattiva e, su espressa richiesta dei ministeri vigilanti, ha un’efficacia limitata al triennio compreso tra il 1° gennaio 2016 e il 31 dicembre 2018
res482_7372711.jpg

9 ANNI DI AFNT-TO, sostieni l'associazione con la tua iscrizione

Cari colleghi,
l'associazione dei farmacisti non titolari di AFNT-TO e' attiva oramai da 8 anni.
Come ben sapete lo spirito iniziale e' stato quello di aggregare la categoria dei "farmacisti non titolari" che e' di fatto frammentata, di darne voce e rappresentanza, di sostenere i colleghi in difficoltà col supporto di un consulente del lavoro, di rendere accessibili a tutti gli iscritti all'Ordine le circolari legislative sulla professione del farmacista.
Il servizio di consulenza del lavoro e' uno dei punti di forza di AFNT-TO. Dal 2010 ad oggi AFNT-TO ha risposto a ben 230 richieste di consulenza lavorative sui piu' svariati argomenti: apprendistato, licenziamento, dimissioni, assunzioni agevolate, ferie e permessi, congedi parentali, per fare alcuni esempi, e moltissime domande sulla tutela della maternita' tenuto conto che circa il 70 % degli iscritti all'ordine sono donne. Ebbene si, siamo una categoria prevalentemente femminile, moltissime le lavoratrici madri con la problematica della gestione della vita lavorativa e familiare, situazione non favorita da una crescente precarieta' lavorativa. Molto diffusi i contratti di apprendistato con una normativa non sempre chiarissima e avanzano le forme contrattuali atipiche. In questo contesto si inserisce la prospettiva di un ddl concorrenza che prevede l'entrata delle societa' di capitali, all'interno delle quali c'e' da chiedersi quale sara' il destino del farmacista collaboratore. Tutto questo insieme di cose ci fa pensare che non e' piu' ipotizzabile per noi non titolari tornare indietro ad essere "soli e frammentati" ma che sia invece doveroso per noi unire le forze nelle associazioni territoriali e in un sindacato di categoria che ci tuteli.
Questo e' il motivo dell'esistenza di AFNT-TO, della FEDERAZIONE CONASFA e del sindacato SINASFA.
Vi chiediamo di vincere la pigrizia, il pressapochismo del dire "ma tanto non cambia niente" e di dare invece un forte segnale della consapevolezza del valore del nostro ruolo e della volonta' di partecipazione nel mondo della nostra professione con l'atto concreto dell'iscrizione alla nostra associazione.
Serve entusiasmo e collaborazione, solo così possiamo vincere le sfide piu' grandi.

Cari saluti
il direttivo di AFNT-TO

26-03-2015 NASCE FARMA LAVORO.

Farma Lavoro è un portale  nato su iniziativa  della Fofi e dedicato all’orientamento e all’impiego dei laureati in Farmacia e CTF. 

Si tratta di una piattaforma innovativa e totalmente gratuita che mette in contatto farmacie e realtà aziendali con personale qualificato. 
www.Farmalavoro.it

20-03-2015. SUCCESSO PER LA SERATA DI AFNT-TO SUL ...

20-03-2015. SUCCESSO PER LA SERATA DI AFNT-TO SUL CONCORSO STRAORDINARIO

Giovedi 19 marzo,  in una gremita sala dell'Holiday Inn di Torino, l'avvocato  Quintino Lombardo ha tenuto un'interessante relazione sui punti cruciali del Concorso Straordinario dopo la pubblicazione della graduatoria e sui   principali  aspetti in materia concorsuale. La serata e' stata organizzata  da AFNT-To al fine di fare luce su una materia poco conosciuta e allo stesso tempo di vitale importanza per il farmacista non titolare  futuro assegnatario di una sede farmaceutica.
La platea ha avuto modo di formulare domande su vari aspetti, in particolare sulle tempistiche dell'interpello, sulla  gestione associata, sulla sostenibilita' di alcune sedi  e sulle problematiche legate ai confini delle sedi.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI PER IL LAUREATO IN FARMACIA: AUMENTARE LE CLASSI DI INSEGNAMENTO

TORINO 30-06-2014

Attualmente i laureati in Farmacia e Ctf hanno un numero molto limitato di classi di insegnamento nelle scuole.
La nostra prima richiesta è di aumentare il numero delle classi riferite alle nostre lauree con particolare riferimento alle classi:
59/A: scienze matematiche, fisiche e naturali
e  60/A: scienze naturali, chimica e geografia, microbiologia
La richiesta nasce dal confronto con lauree molto simili alle nostre che ne sono abilitate all'insegnamento.
I lauraeti in Ctf possono insegnare  la classe 59/A, solo se la laurea è stata conseguita entro l'anno 1986/87
La seconda proposta è quella di un'urgente revisione delle classi di insegnamento, che prevedano per esempio una sola materia per classe di insegnamento così che risulti più immediata  e sensata l'assegnazione al relativo titolo di accesso.
AFNT-TO

I FARMACI DI AUTOMEDICAZIONE SU INTERNET

I FARMACI DI AUTOMEDICAZIONE SU INTERNET

TORINO
06-12-13
I dubbi sullo schema di decreto legislativo per il recepimento della direttiva 2011/62/Ue, che norma la vendita di farmaci online da parte di farmacie e di parafarmacie.
All'interno della nostra associazione stanno affiorando dissensi sulla norma prevista dallo schema di tale decreto, che prevede la vendita online, di farmaci otc e sop da parte di farmacie e parafarmacie, norma che sancisce la definitiva rottura del binomio farmaco-farmacista "nell'atto della dispensazione" del medicinale senza obbligo di ricetta medica. 
DALLA VENDITA ONLINE DI FARMACI DI AUTOMEDICAZIONE ALLA VENDITA DAL BANCONE DEL SUPERMERCATO, SENZA FARMACISTA,  IL PASSO POTREBBE ESSERE BREVE.

Coloro che vogliono esprimere il loro parere al riguardo, possono inviare una mail al nostro indirizzo di posta afnt.to@libero.it
AFNT-TO

 

AFNT-TO IN CONASFA

AFNT-TO IN CONASFA
26 FEBBRAIO 2010, NASCE AFNT-TO! L'ASSOCIAZIONE DE...

26 FEBBRAIO 2010, NASCE AFNT-TO! L'ASSOCIAZIONE DEI FARMACISTI COLLABORATORI DI TORINO


L'ASSOCIAZIONE FARMACISTI "NON TITOLARI" della provincia di TORINO è animata fin dalla nascita, dalla consapevolezza di volere, e di dover rappresentare interessi, opinioni, aspirazioni, sentimenti della componente di gran lunga più numerosa degli iscritti all'Ordine dei Farmacisti.

AFNT-TO ha l'obiettivo di INFORMARE (non ha diritti chi non sa di averli), di PROPORRE (se lo stato delle cose non piace bisogna provare a cambiarle), di MEDIARE (gli ultimi nati hanno da imparare), ma consci del fatto che nessuno meglio di un non titolare conosce le esigenze di un non titolare.

 AFNT-TO in questi anni ha raggiunto importanti ed incoraggianti risultati:
 

1-Adesione a CONASFA, Federazione Nazionale che raggruppa 18 tra associazioni e coordinamenti locali. In CONASFA AFNT-TO si è distinta come una delle associazioni più propositive, e più ricche di idee ed argomentazioni. Determinante è stato il contributo di AFNT-TO su molti dei punti della PROPOSTA DI RIORDINO DEL SERVIZIO FARMACEUTICO.

 2-La collaborazione con un commercialista-consulente del lavoro ha permesso di sviscerare in più serate i “segreti” della busta paga.

 3-Nell' estate 2011, in occasione dell'inizio dell'iter della revisione della pianta organica delle sedi farmaceutiche della regione Piemonte, AFNT-TO ha stimolato comuni e sindaci ad istituire oltre 25 sedi urbane (che mancano nella provincia di Torino) estendendo la ricerca a tutto il Piemonte.

4-Sono stati stabiliti contatti con l'Ordine, Federfarma, Servizio Farmaceutico Regionale, nell'ottica di una collaborazione proficua per la nostra categoria.

5-Nel Novembre 2011, a coronamento di un impegnativo e non semplice lavoro di contatti e sensibilizzazione dei colleghi, siamo riusciti, nelle ultime elezioni,a portare finalmente nel Consiglio dell'Ordine di Torino un farmacista collaboratore, delegato di AFNT-TO, come "rappresentante" di un'associazione di non titolari.

6- Sempre nel Novembre 2011 vede la luce il sito internet di AFNT-TO.

7- Il 24-25 Novembre 2013 AFNT-TO ospita a Torino l'Assemblea Nazionale Conasfa. Un importante momento di confronto tra farmacisti non Titolari delle associazioni aderenti alla federazione.

8-Nel Gennaio 2013, grazie ad una modifica dello Statuto di AFNT-TO, viene estesa la possibilita' di iscrizione ai colleghi anche non iscritti all'Ordine dei Farmacisti di Torino.
9- Nel 2013 AFNT richiede ed ottiene che tutti gli iscritti all'Ordine di Torino ricevano le newsletter (prima riservate alle farmacie) relative ad argomenti di interesse professionale
10-Nel Novembre 2014 due colleghe del direttivo di Torino, Micaela Di Stasi (tesoriere) e  Paola Spagliardi (vicepresidente) entrano a far parte de consiglio direttivo dell'Ordine a rappresentanza dell'associazione dei Farmacisti non Titolari.
11- Prosegue in maniera costante l'organizzazione di serate di consulenza e l'attività di consulenza via mail, grazie alla collaborazione di  un consulente del lavoro, per risolvere dubbi e difficolta' degli iscritti in materia lavorativa
 

Molto resta ancora da fare. Proprio per questo ti rivolgiamo un appello, sia tu farmacista collaboratore (privato o comunale), dipendente di parafarmacia privata o GDO, di Torino e Provincia , affinchè tu contribuisca con idee e proposte che troveranno in AFNT-TO un interlocutore attento e disponibile, e affinchè ti iscriva ad AFNT-TO per sostenerne l'operatività con la tua adesione.

Difendiamo i nostri interessi, il nostro valore, la nostra professionalità!




OBIETTIVI DI AFNT-TO

– TROVARE SOLUZIONI AL PROBLEMA DELLA DIFFICOLTOSA CIRCOLAZIONE
DI NOTIZIE IMPORTANTI IN MATERIA DI CONRATTO DI LAVORO,
PREVIDENZA, CONCORSI, AGGIORNAMENTO, ECC., ANCHE ATTRAVERSO LA
CREAZIONE DI UNA RETE DI CONSULENZE QUALIFICATE.
– RIUSCIRE A RISOLVERE PROGRESSIVAMENTE UN PROBLEMA DI DEFICIT DI
RAPPRESENTANZA ISTITUZIONALE DELLA CATEGORIA.
– RISPONDERE AL PROBLEMA DELLA DELEGA PROPOSITIVA CHE SPESSO E' IN
CAPO A PERSONE CHE, SENZA CATTIVA VOLONTA', NON CONOSCONO
PROBLEMI ED ASPETTATIVE DEI NON TITOLARI PERCHE' VIVONO E VEDONO
LA PROFESSIONE DA UN'ANGOLAZIONE MOLTO DIVERSA.
– ELABORARE PROPOSTE CORALI E CONDIVISE, CHE ABBIANO UN PESO
DIVERSO RISPETTO AD ANALOGHE PROPOSTE PRESENTATE DA SINGOLI
COLLEGHI.
– RESTITUIRE AI NON TITOLARI IL SENSO DI APPARTENENZA ALLA
CATEGORIA, SPESSO SMARRITO O MOLTO DILUITO.



 

AFNT-TO
“ASSOCIAZIONE FARMACISTI NON TITOLARI DI TORINO"
Via Sidoli 22, 10135 TORINO
cf 97725140012

3LOGHI.jpg
CCNL DIPENDENTI FARMACIA PRIVATA, CONASFA CHIEDE RINNOVO CON URGENZA. PARTE RETRIBUTIVA E TUTELA DEL MALATO ONCOLOGICO PRIORITA' IMPROCASTINABILI
 
 
Il mancato rinnovo del CCNL dei dipendenti di farmacia  privata nella parte retributiva e normativa pesa oggi gravemente sulla situazione lavorativa dei farmacisti collaboratori. Dal 2011 sono rimasti in sospeso temi importanti come formazione continua ed ecm, permessi sindacali, videosorveglianza, nuovi servizi in farmacia, per citare alcuni esempi.
Per quello che riguarda la formazione continua, un aspetto di rilevante importanza per il settore farmacia che evolve in maniera molto dinamica, la mancanza di accordi a livello nazionale e di secondo livello in numerose regioni, ha fatto sì che molti farmacisti collaboratori siano rimasti, in questi ultimi  anni (dal 2011  al 2016), senza copertura economica per i corsi ecm e per le ore dedicate all'aggiornamento professionale. 
Aspetto prioritario del rinnovo del CCNL, non più procastinabile, rimane il giusto riconoscimento retributivo per il farmacista collaboratore, ma ci sono altri temi su cui non si può più temporeggiare vista l'importanza che rivestono.
Tra questi, in primis, il problema della conservazione del posto di lavoro in caso di patologia oncologica e gravi malattie per il dipendente di farmacia privata. Da un rapido confronto tra la normativa su quest'argomento nei vari CCNL di altri settori e il settore farmacie private, emerge una forte penalizzazione del farmacista collaboratore malato grave o oncologico.
Infatti, se un farmacista che lavora in farmacia privata si ammala di cancro o altra patologia grave, se subisce un infortunio, in base agli articoli 47 e 49 del nostro CCNL ha 180 giorni di tempo retribuiti per rientrare al lavoro e se non ci riesce può soltanto, previa richiesta, ottenere ulteriori 120 giorni di aspettativa non retribuita scaduti i quali il titolare potrà procedere al licenziamento.
Conasfa si unisce a Sinasfa nell'appello lanciato dal pres. Francesco Imperadrice a tutte le componenti del nostro settore, affinché prendano posizione al più presto su questo argomento.

DOPO LE PROTESTE REPUBLICA RETTIFICA "COMMESSA" IN "FARMACISTA"

IL FATTO: il giornale online "la REPUBBLICA"  pubblica il 26 agosto scorso un articolo su una rapina a lieto fine avvenuta in una farmacia di Alessandria. Come sucede spesso in quest articoli di cronaca, la professionista che sta al banco della farmacia è stata denominata commessa (nella prima versione dell'articolo). Come presidente di AFNT-TO ho ritenuto opportuno intervenire con una lettera di protesta inviata alla  redazione del giornale, nonchè  con un post della lettera  sulla pagina facebook del giornale in questione, dove inoltre non sono neanche mancate  le lamentele dei colleghi . Dopo pochi giorni  arriva la rettifica del giornale, e "commessa" è stato sostituito da farmacista/dottoressa! Serve un maggiore riconoscimento del ruolo del farmacista collaboratore, a cominciare dall'informazione giornalistica. Serve chiarezza sui ruoli dei professionisti che lavorano in farmacia affinchè non passi la convinzione dei cittadini che per stare al banco di una farmacia non serva nessuna laurea.
Patrizia Mallevadore.


LA LETTERA INVIATA A REPUBBLICA

Gentile Redazione,
Trattandosi dell'ennesimo articolo di cronaca in cui la collega che si trova al banco della farmacia viene denominata "commessa", ci tengo a precisare che i professionisti che i cittadini trovano al banco di una farmacia, che spediscono ricette e consigliano i farmaci sono Dottori in Farmacia, non sono COMMESSI DI FARMACIA. Questi indossano un camice bianco e portano il caduceo. Si tratta di professionisti sanitari, non di commessi perché la farmacia non è un negozio, ma un presidio sanitario e chi vi lavora dispensando il farmaco e consigli sulla salute, deve avere i requisti per farlo come stabilito dalla legge.
Troppe volte la stampa ci descrive come commessi, soprattutto quando a stare a banco è una donna, e questa ci appare un'ulteriore discriminazione.
I farmacisti titolari di farmacia e NON (i farmacisti non titolari costituiscono i 2/3 degli iscritti agli Albi dei Farmacisti) sono più precisamente dottori laureati in Farmacia o Chimica e Tecnologia farmaceutiche, lauree che prevedono un severo percorso di studi. Sono dottori che lavorano nelle farmacie, nelle parafarmacie, negli ospedali, nonché nei laboratori e nell'industria. Circa il 70% dei farmacisti è donna.
Noi farmacisti non titolari in Italia siamo circa 60.000, tra questi i "dipendenti di farmacia" sono i meno conosciuti dall'opinione pubblica, come all'ombra della figura dei farmacisti titolari. Fatichiamo molto ad ottenere la giusta attenzione per problematiche quali il rinnovo del CCNL e la gravosa questione previdenziale Enpaf. Siamo una categoria frammentata sul territorio ma decisa ad ottenere il giusto riconoscimento, a cominciare da voi giornalisti. Per favore non chiamateci più COMMESSI.
Cordiali saluti,
Patrizia Mallevadore
Presidente dell'Associazione "Farmacisti non Titolari" di Torino AFNT-TO
Vice Presidente del Comitato NO ENPAF FARMACISTI DIPENDENTI E DISOCCUPATI.