AFNT-TO - AFNT-TO
ASSOCIAZIONE FARMACISTI NON TITOLARI DI TORINO

ASSOCIAZIONE FARMACISTI NON TITOLARI DI TORINO



IN PRIMO PIANO:
6-02-17  CONASFA: NO   ALLA SCISSIONE DEL BINOMIO FARMACO FARMACISTA!
Ecco il testo del documento.

 

LETTERA  APERTA
DEL DIRETTIVO DI AFNT-TO  
AI FARMACISTI  COLLABORATORI DI TORINO E DEL PIEMONTE

Torino   29-01-2017

 

Cara/o collega,

come ben sai, questa Associazione è nata nel 2010 ad opera di alcuni farmacisti non titolari per fare rete, per dare voce alla categoria e per offrire sostegno concreto a tutti i colleghi collaboratori.

Mentre da una parte vi è un sindacato titolari forte e organizzato, noi collaboratori siamo stati per anni sprovvisti di una rappresentanza della categoria, sebbene la nostra sia numericamente quella preponderante. Eravamo senza associazioni, senza sindacato, senza un punto di riferimento attendibile per avere informazioni su tematiche complesse come licenziamento, cambio di lavoro, conciliazione lavoro e maternità.

Con la nascita di SINASFA, CONASFA e, a livello locale, di AFNT-TO, questa lacuna si va colmando e cresce la consapevolezza della nostra categoria, chiamata in questi anni a fronteggiare cambiamenti e sfide importanti: la farmacia dei servizi, tanto citata e mai decollata veramente, l’ingresso del capitale, il ricorso sempre più frequente a contratti atipici…

Il direttivo di AFNT-TO che si è succeduto in questi anni, lavorando sempre a titolo gratuito, ha ottenuto diversi risultati importanti, che spaziano dall’ingresso di rappresentati di AFNT-TO nel Consiglio dell’Ordine dei Farmacisti al servizio di consulenza per le problematiche lavorative offerto a tutti gli iscritti .

Molto resta da fare: il nostro impegno è costante e continuiamo a perseguire con passione gli obbiettivi che ci siamo preposti fin dalla nascita della nostra Associazione.

Ti chiediamo quindi di sostenere AFNT-TO con la Tua iscrizione e, se vorrai, con la Tua collaborazione per andare avanti insieme in questo percorso, dimostrando che i farmacisti collaboratori sono una categoria di professionisti seri, che hanno a cuore il futuro della professione. Professionisti che vogliono vedere riconosciuti i loro diritti e ascoltate le loro richieste.

Fiduciosi di avere il Tuo sostegno, Ti porgiamo cordiali saluti.

Il direttivo di AFNT-TO

Patrizia, Paola, Micaela, Antonella, Lino
 

 
ISCRIZIONI.jpg

 

ISCRIZIONE 2017 ( fino al 31 dicembre 2017)

Per poter effettuare l'iscrizione 2017 occorre:
-il pagamento della quota associativa con bonifico
-solo per i nuovi iscritti  (prima iscrizione) l'invio via mail ad  afnt.to@libero.it   della  liberatoria 2017 
 


Possono essere associati tutti coloro che siano laureati in Farmacia o
Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, abilitati alla professione di Farmacista, che siano in regola
con la quota  associativa annuale e che non siano titolari di farmacia o soci di farmacie costituite ai sensi della L.362/1991 e della L.27 del 24 Marzo 2012, o titolari o soci di esercizi di vicinato.

   



 QUOTA ASSOCIATIVA 2017 ( fino al 31 dicembre 2017)

 
  • QUOTA ASSOCIATIVA  ORDINARIA  2017: € 18

Tramite bonifico (postale, bancario,via web col conto corrente sotto indicato) 
intestare ad Associazione farmacisti non 
Titolari Torino, AFNT TO 
IT56P0306901080100000061314

causale: NOME COGNOME, QUOTA ISCRIZIONE 2017  AFNT -TO

 

  • QUOTA ASSOCIATIVA DI €2  per chi versa in difficolta' economiche (es. disoccupati)
 modalita' come sopra

  • ISCRIZIONE GRATUITA PER 2017 per i neolaureati entro un anno dalla laurea 








 

 


CONCORSO STRAORDINARIO REGIONE PIEMONTE

CONCORSO STRAORDINARIO REGIONE PIEMONTE

25-11-2016. QUARTO INTERPELLO
Nel  D.D. 22 novembre 2016, n.746 della Regione Piemonte, Supplemento ordinario n. 1 al B.U. n. 47 del 24/11/2016  è disponibile l’elenco delle 55 sedi farmaceutiche che formano oggetto del quarto interpello del concorso straordinario delle sedi farmaceutiche nei Comuni della Regione Piemonte.

28-10-2016 . TERMINATO  TERZO INTERPELLO

14-09-2016. ESITI SECONDO INTERPELLO
Gli esiti dell’interpello dei candidati vincitori e l’elenco delle sedi non abbinate/non        accettate/rifiutate e oggetto di decadenza dall’accettazione.
Rifiutato il 59% delle sedi di questo  secondo interpello.

 
 30-09-2015. ESITI PRIMO INTERPELLO
Sono terminate in Piemonte le procedure di interpello e di accettazione delle sedi farmaceutiche con il pagamento della tassa di concessione regionale. Ecco gli esiti dell’interpello dei candidati vincitori e lelenco delle sedi non abbinate/non accettate/rifiutate e oggetto di decadenza dall’accettazione.
 
4-12-2014. GRADUATORIA
La regione Piemonte ha pubblicato sul bollettino ufficiale regionale n° 49 del 04/12/2014 la graduatoria del concorso straordinario per sedi farmaceutiche
 
LO STAGE DEL FARMACISTA NEOLAUREATO IN FARMACIA.

LO STAGE DEL FARMACISTA NEOLAUREATO IN FARMACIA.


  • 2-05-2016
COMUNICATO STAMPA CONASFA
STAGE IN FARMACIA: L'ESEMPIO DEL PIEMONTE VENGA PRESO A MODELLO

Conasfa concorda con la proposta di Sinasfa e di Asfi di introdurre ildivieto di estendere agli iscritti agli ordini professionali (anche per le professioni diverse da quella di farmacista) lo svolgimento di tirocini di “formazione ed orientamento” sull'esempio del Piemonte.
 

  • 23-04-2016
Si riaccende il dibattito su abuso del tirocinio post laurea. Le opinioni di   ASFI e  di altri esponenti della professione.

  • 21-04-2016
Si segnala sull'argomento "stage post laurea"  l'opinione di Sinasfa e quella del presidente dell'ordine dei farmacisti di Rimini.

  • COS'E' LO STAGE POST LAUREA NORMATO DALLA LEGGE FORNERO??
leggi il seguente   articolo








IN ESAME AL GOVERNO il DDL 2233  SUL LAVORO AUTONO...

IN ESAME AL GOVERNO il DDL 2233 SUL LAVORO AUTONOMO

03-11-2016
Si apprende con rammarico che  l'emendamento 6.201  sia  stato dichiarato inammissibile nelle ultime sedute  parlamentari.  Un grazie va ai senatori  Puglia e   Catalfo per averlo proposto e per avere  prestato  ascolto alle  segnalazioni delle  criticità dei  professionisti dipendenti assoggettati ad una doppia ed iniqua contribuzione previdenziale. Nonostante la mancata approvazione dell'emendamento in questione vanno rilevati alcuni aspetti positivi, infatti la questione Enpaf   è finalmente divenuta oggetto di interesse a livello parlamentare. L'auspicio  è  che questo  tentativo,  possa essere nient'altro che il punto di inizio di un nuovo percorso  volto alla risoluzione della questione Enpaf.

23-10-2016
VOTO FINALE SUL DDL 2233 sul LAVORO AUTONOMO PREVISTO PER IL PROSSIMO   25 OTTOBRE.

19-09-2016
In questa  settimana  il Senato dovrebbe dare il via libera al disegno di legge n. 2233, Jobs Act per il lavoro autonomo, recante “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato”.
TRA  GLI EMENDAMENTI  PRESENTATI SEGNALIAMO   il N° 6.201 Catalfo, Puglia  di cui riportiamo uno stralcio:
 omissis .."previsione che, a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, che la contribuzione obbligatoria in favore dell’Ente nazionale di previdenza e assistenza dei veterinari (ENPAV), Ente nazionale di previdenza e assistenza medici (ENPAM), Ente nazionale di previdenza e assistenza farmacisti (ENPAF), prevista dal comma 3 dell’articolo 1 del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509, esclusivamente per i soggetti con rapporto di lavoro dipendente, per quelli che non esercitano la professione e per quelli temporaneamente privi di occupazione, sia intesa come volontaria e che il mancato versamento di tale contribuzione non possa essere causa di cancellazione dall’ordine professionale"..omissis



04-07-2016
CONASFA scrive una  lettera  al ministro POLETTI affinche' gli emendamenti di Puglia e Catalfo vengano estesi ai farmacisti dipendenti, disoccupati e non esercenti la professione  per togliere loro l'obbligo Enpaf.


03-07-2016
Si apprende che  nel disegno di legge 2233 in esame,  sono stato presentati degli emendamenti  (sen.Puglia e sen.Catalfo) per:
-rendere   volontaria la contribuzione all'ENPAV per i veterinari dipendenti, per quelli che non esercitano la professione e per quelli senza un rapporto di lavoro in atto

Em. 12.0.5 Catalfo (M5S) L’emendamento prevede che la contribuzione in favore dell’Ente nazionale di previdenza e assistenza dei veterinari (ENPAV) sia volontaria per per i soggetti con rapporto di lavoro dipendente.


a cura di 
AFNT-TO

15-06-2015. Prolungata da 5 a 7 anni la finestra di disoccupazione Enpaf che consente il pagamento della quota ridotta.DELUDE LA DURATA DEL PROVVEDIMENTO PER SOLI 3 ANNI.

- Il ministero del Lavoro, di concerto con il ministero dell’Economia, ha approvato ieri la deliberazione del Consiglio nazionale dell’Enpaf che prevede il prolungamento da 5 a 7 anni del periodo massimo di contribuzione ridotta o di solidarietà per gli iscritti che si trovano in stato di disoccupazione temporanea ed involontaria.La modifica, introdotta con effetto dal 1° gennaio 2016, esclude la possibilità di un’applicazione retroattiva e, su espressa richiesta dei ministeri vigilanti, ha un’efficacia limitata al triennio compreso tra il 1° gennaio 2016 e il 31 dicembre 2018

CCNL DIPENDENTI FARMACIA PRIVATA, CONASFA CHIEDE RINNOVO CON URGENZA. PARTE RETRIBUTIVA E TUTELA DEL MALATO ONCOLOGICO PRIORITA' IMPROCASTINABILI

03-05-2016

Il mancato rinnovo del CCNL dei dipendenti di farmacia  privata  nella parte  retributiva e normativa  pesa  oggi  gravemente sulla situazione lavorativa dei farmacisti collaboratori. Dal 2011 sono rimasti in sospeso temi importanti come  formazione continua ed ecm, permessi sindacali, videosorveglianza, nuovi servizi in farmacia, per citare alcuni esempi.
Per quello che riguarda la formazione continua, un aspetto di rilevante importanza per il  settore  farmacia  che evolve in maniera molto dinamica,  la mancanza di accordi a livello nazionale e di secondo livello in numerose regioni, ha fatto sì che molti farmacisti collaboratori siano rimasti, in questi ultimi  anni (dal 2011  al 2016 ), senza copertura economica per i corsi ecm e per le ore dedicate all'aggiornamento professionale.
Aspetto prioritario  del rinnovo del CCNL, non piu' procastinabile, rimane il giusto riconoscimento retributivo per il farmacista collaboratore, ma ci sono altri temi su cui non si puo' piu' temporeggiare vista l'importanza che rivestono.
Tra questi, in primis, il problema  della  conservazione del posto di lavoro in caso di patologia oncologica e gravi malattie  per il dipendente di farmacia privata. Da un rapido confronto tra  la normativa su questo  argomento nei vari Ccnl di altri settori e il settore farmacie private, emerge  una forte penalizzazione del farmacista collaboratore malato grave o oncologico.
Infatti se  un farmacista che lavora in farmacia privata si ammala di cancro o altra patologia grave, se subisce un infortunio, in base agli articoli 47 e 49 del nostro Ccnl ha 180 giorni di tempo retribuiti per rientrare al lavoro e se non ci riesce può soltanto, previa richiesta, ottenere ulteriori 120 giorni di aspettativa non retribuita scaduti i quali il titolare potrà procedere al licenziamento.
Conasfa si unisce a Sinasfa nell'appello lanciato dal  pres. Francesco Imperadrice  a tutte le componenti del nostro settore, affinché prendano posizione al piu' presto su questo argomento.

CONASFA

ABUSIVISMO PROFESSIONALE

ABUSIVISMO PROFESSIONALE

22-04-2016 

Si segnala l'ulteriore  scoperta di un caso di abusivismo professionale in farmacia.

Ricordiamo inoltre  il  caso di gennaio raccontato dal  seguente articolo

e  dal  video di Striscia la Notizia.

LA TUTELA DEL MALATO ONCOLOGICO:  AUMENTARE LA PRO...

LA TUTELA DEL MALATO ONCOLOGICO: AUMENTARE LA PROSPETTIVA DELLA CONSEVAZIONE DEL POSTO DI LAVORO.

05-04-2016
Vi invitiamo a  leggere e a  riflettere sulla lettera scritta dal presidente 
Sinasfa Francesco Imperadrice sulla tutela del malato oncologico. 
res482_7372711.jpg
TORINO 15-02-2016
5 ANNI DI AFNT-TO, sostieni l'associazione con la tua iscrizione

Cari colleghi,
l'associazione dei farmacisti non titolari di AFNT-TO e' attiva oramai da 5 anni.
Come ben sapete lo spirito iniziale e' stato quello di aggregare la categoria dei "farmacisti non titolari" che e' di fatto frammentata, di darne voce e rappresentanza, di sostenere i colleghi in difficoltà col supporto di un consulente del lavoro, di rendere accessibili a tutti gli iscritti all'Ordine le circolari legislative sulla professione del farmacista.
Il servizio di consulenza del lavoro e' uno dei punti di forza di AFNT-TO. Dal 2010 ad oggi AFNT-TO ha risposto a ben 230 richieste di consulenza lavorative sui piu' svariati argomenti: apprendistato, licenziamento, dimissioni, assunzioni agevolate, ferie e permessi, congedi parentali, per fare alcuni esempi, e moltissime domande sulla tutela della maternita' tenuto conto che circa il 70 % degli iscritti all'ordine sono donne. Ebbene si, siamo una categoria prevalentemente femminile, moltissime le lavoratrici madri con la problematica della gestione della vita lavorativa e familiare, situazione non favorita da una crescente precarieta' lavorativa. Molto diffusi i contratti di apprendistato con una normativa non sempre chiarissima e avanzano le forme contrattuali atipiche. In questo contesto si inserisce la prospettiva di un ddl concorrenza che prevede l'entrata delle societa' di capitali, all'interno delle quali c'e' da chiedersi quale sara' il destino del farmacista collaboratore. Tutto questo insieme di cose ci fa pensare che non e' piu' ipotizzabile per noi non titolari tornare indietro ad essere "soli e frammentati" ma che sia invece doveroso per noi unire le forze nelle associazioni territoriali e in un sindacato di categoria che ci tuteli.
Questo e' il motivo dell'esistenza di AFNT-TO, della FEDERAZIONE CONASFA e del sindacato SINASFA.
Vi chiediamo di vincere la pigrizia, il pressapochismo del dire "ma tanto non cambia niente" e di dare invece un forte segnale della consapevolezza del valore del nostro ruolo e della volonta' di partecipazione nel mondo della nostra professione con l'atto concreto dell'iscrizione alla nostra associazione.
Serve entusiasmo e collaborazione, solo così possiamo vincere le sfide piu' grandi.

Cari saluti
il direttivo di AFNT-TO

COMUNICATO STAMPA CONASFA


Firenze 16 novembre 2015
CCNL: NON SI PUO' ASPETTARE!
Alla luce delle recenti notizie positive circa la ripresa dei conti delle farmacie, valutati nel primo semestre del 2015, con incrementi di fatturato che arrivano a segnare fino a +4,2%, appare ingiustificato un ulteriore temporeggiamento di Federfarma nel rinnovo del "CCNL dipendenti di farmacia privata", oramai scaduto dal gennaio 2013. Nonostante le buone notizie quindi sul fronte dei ricavi, permangono purtroppo le problematiche della disoccupazione (sempre irrisolta e peggiorata dal fenomeno dell'abusivismo professionale e dallo stage "a rotazione") e dell'inadeguata remunerazione del farmacista collaboratore.
Non si può pensare ad una farmacia privata del domani che possa concorrere con le nuove farmacie dei capitali, con all'interno un personale dipendente non incentivato e non valorizzato dal punto di vista contrattuale, non messo nelle condizioni di poter svolgere al meglio il proprio ruolo di professionista sanitario se la flessibilità degli orari rimane eccessiva se viene a mancare un programma di aggiornamento professionale standardizzato sul territorio nazionale di alto livello qualitativo. Con riferimento a ciò si ricorda che per quello che riguarda la parte normativa, sono rimasti in stallo dal 2013 gli accordi sulla materia della formazione continua ecm oltre che dei trasferimenti, dei permessi sindacali, della videosorveglianza e dei nuovi servizi in farmacia.
AREA COMUNICAZIONE CONASFA
 

26-03-2015 NASCE FARMA LAVORO.

Farma Lavoro è un portale  nato su iniziativa  della Fofi e dedicato all’orientamento e all’impiego dei laureati in Farmacia e CTF. 

Si tratta di una piattaforma innovativa e totalmente gratuita che mette in contatto farmacie e realtà aziendali con personale qualificato. 
www.Farmalavoro.it

20-03-2015. SUCCESSO PER LA SERATA DI AFNT-TO SUL ...

20-03-2015. SUCCESSO PER LA SERATA DI AFNT-TO SUL CONCORSO STRAORDINARIO

Giovedi 19 marzo,  in una gremita sala dell'Holiday Inn di Torino, l'avvocato  Quintino Lombardo ha tenuto un'interessante relazione sui punti cruciali del Concorso Straordinario dopo la pubblicazione della graduatoria e sui   principali  aspetti in materia concorsuale. La serata e' stata organizzata  da AFNT-To al fine di fare luce su una materia poco conosciuta e allo stesso tempo di vitale importanza per il farmacista non titolare  futuro assegnatario di una sede farmaceutica.
La platea ha avuto modo di formulare domande su vari aspetti, in particolare sulle tempistiche dell'interpello, sulla  gestione associata, sulla sostenibilita' di alcune sedi  e sulle problematiche legate ai confini delle sedi.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI PER IL LAUREATO IN FARMACIA: AUMENTARE LE CLASSI DI INSEGNAMENTO

TORINO 30-06-2014

Attualmente i laureati in Farmacia e Ctf hanno un numero molto limitato di classi di insegnamento nelle scuole.
La nostra prima richiesta è di aumentare il numero delle classi riferite alle nostre lauree con particolare riferimento alle classi:
59/A: scienze matematiche, fisiche e naturali
e  60/A: scienze naturali, chimica e geografia, microbiologia
La richiesta nasce dal confronto con lauree molto simili alle nostre che ne sono abilitate all'insegnamento.
I lauraeti in Ctf possono insegnare  la classe 59/A, solo se la laurea è stata conseguita entro l'anno 1986/87
La seconda proposta è quella di un'urgente revisione delle classi di insegnamento, che prevedano per esempio una sola materia per classe di insegnamento così che risulti più immediata  e sensata l'assegnazione al relativo titolo di accesso.
AFNT-TO

I FARMACI DI AUTOMEDICAZIONE SU INTERNET

I FARMACI DI AUTOMEDICAZIONE SU INTERNET

TORINO
06-12-13
I dubbi sullo schema di decreto legislativo per il recepimento della direttiva 2011/62/Ue, che norma la vendita di farmaci online da parte di farmacie e di parafarmacie.
All'interno della nostra associazione stanno affiorando dissensi sulla norma prevista dallo schema di tale decreto, che prevede la vendita online, di farmaci otc e sop da parte di farmacie e parafarmacie, norma che sancisce la definitiva rottura del binomio farmaco-farmacista "nell'atto della dispensazione" del medicinale senza obbligo di ricetta medica. 
DALLA VENDITA ONLINE DI FARMACI DI AUTOMEDICAZIONE ALLA VENDITA DAL BANCONE DEL SUPERMERCATO, SENZA FARMACISTA,  IL PASSO POTREBBE ESSERE BREVE.

Coloro che vogliono esprimere il loro parere al riguardo, possono inviare una mail al nostro indirizzo di posta afnt.to@libero.it
AFNT-TO

 

AFNT-TO IN CONASFA

AFNT-TO IN CONASFA

NEWSLETTER di AFNT-TO

NEWSLETTER  di AFNT-TO
Ricevi le nostre news!
Iscriviti gratis alla newsletter
di Afnt-To, dalla seguente pagina del nostro sito
26 FEBBRAIO 2010, NASCE AFNT-TO! L'ASSOCIAZIONE DE...

26 FEBBRAIO 2010, NASCE AFNT-TO! L'ASSOCIAZIONE DEI FARMACISTI COLLABORATORI DI TORINO


L'ASSOCIAZIONE FARMACISTI "NON TITOLARI" della provincia di TORINO è animata fin dalla nascita, dalla consapevolezza di volere, e di dover rappresentare interessi, opinioni, aspirazioni, sentimenti della componente di gran lunga più numerosa degli iscritti all'Ordine dei Farmacisti.

AFNT-TO ha l'obiettivo di INFORMARE (non ha diritti chi non sa di averli), di PROPORRE (se lo stato delle cose non piace bisogna provare a cambiarle), di MEDIARE (gli ultimi nati hanno da imparare), ma consci del fatto che nessuno meglio di un non titolare conosce le esigenze di un non titolare.

 AFNT-TO in questi anni ha raggiunto importanti ed incoraggianti risultati:
 

1-Adesione a CONASFA, Federazione Nazionale che raggruppa 18 tra associazioni e coordinamenti locali. In CONASFA AFNT-TO si è distinta come una delle associazioni più propositive, e più ricche di idee ed argomentazioni. Determinante è stato il contributo di AFNT-TO su molti dei punti della PROPOSTA DI RIORDINO DEL SERVIZIO FARMACEUTICO.

 2-La collaborazione con un commercialista-consulente del lavoro ha permesso di sviscerare in più serate i “segreti” della busta paga.

 3-Nell' estate 2011, in occasione dell'inizio dell'iter della revisione della pianta organica delle sedi farmaceutiche della regione Piemonte, AFNT-TO ha stimolato comuni e sindaci ad istituire oltre 25 sedi urbane (che mancano nella provincia di Torino) estendendo la ricerca a tutto il Piemonte.

4-Sono stati stabiliti contatti con l'Ordine, Federfarma, Servizio Farmaceutico Regionale, nell'ottica di una collaborazione proficua per la nostra categoria.

5-Nel Novembre 2011, a coronamento di un impegnativo e non semplice lavoro di contatti e sensibilizzazione dei colleghi, siamo riusciti, nelle ultime elezioni,a portare finalmente nel Consiglio dell'Ordine di Torino un farmacista collaboratore, delegato di AFNT-TO, come "rappresentante" di un'associazione di non titolari.

6- Sempre nel Novembre 2011 vede la luce il sito internet di AFNT-TO.

7- Il 24-25 Novembre 2013 AFNT-TO ospita a Torino l'Assemblea Nazionale Conasfa. Un importante momento di confronto tra farmacisti non Titolari delle associazioni aderenti alla federazione.

8-Nel Gennaio 2013, grazie ad una modifica dello Statuto di AFNT-TO, viene estesa la possibilita' di iscrizione ai colleghi anche non iscritti all'Ordine dei Farmacisti di Torino.
9- Nel 2013 AFNT richiede ed ottiene che tutti gli iscritti all'Ordine di Torino ricevano le newsletter (prima riservate alle farmacie) relative ad argomenti di interesse professionale
10-Nel Novembre 2014 due colleghe del direttivo di Torino, Micaela Di Stasi (tesoriere) e  Paola Spagliardi (vicepresidente) entrano a far parte de consiglio direttivo dell'Ordine a rappresentanza dell'associazione dei Farmacisti non Titolari.
11- Prosegue in maniera costante l'organizzazione di serate di consulenza e l'attività di consulenza via mail, grazie alla collaborazione di  un consulente del lavoro, per risolvere dubbi e difficolta' degli iscritti in materia lavorativa
 

Molto resta ancora da fare. Proprio per questo ti rivolgiamo un appello, sia tu farmacista collaboratore (privato o comunale), dipendente di parafarmacia privata o GDO, di Torino e Provincia , affinchè tu contribuisca con idee e proposte che troveranno in AFNT-TO un interlocutore attento e disponibile, e affinchè ti iscriva ad AFNT-TO per sostenerne l'operatività con la tua adesione.

Difendiamo i nostri interessi, il nostro valore, la nostra professionalità!




OBIETTIVI DI AFNT-TO

– TROVARE SOLUZIONI AL PROBLEMA DELLA DIFFICOLTOSA CIRCOLAZIONE
DI NOTIZIE IMPORTANTI IN MATERIA DI CONRATTO DI LAVORO,
PREVIDENZA, CONCORSI, AGGIORNAMENTO, ECC., ANCHE ATTRAVERSO LA
CREAZIONE DI UNA RETE DI CONSULENZE QUALIFICATE.
– RIUSCIRE A RISOLVERE PROGRESSIVAMENTE UN PROBLEMA DI DEFICIT DI
RAPPRESENTANZA ISTITUZIONALE DELLA CATEGORIA.
– RISPONDERE AL PROBLEMA DELLA DELEGA PROPOSITIVA CHE SPESSO E' IN
CAPO A PERSONE CHE, SENZA CATTIVA VOLONTA', NON CONOSCONO
PROBLEMI ED ASPETTATIVE DEI NON TITOLARI PERCHE' VIVONO E VEDONO
LA PROFESSIONE DA UN'ANGOLAZIONE MOLTO DIVERSA.
– ELABORARE PROPOSTE CORALI E CONDIVISE, CHE ABBIANO UN PESO
DIVERSO RISPETTO AD ANALOGHE PROPOSTE PRESENTATE DA SINGOLI
COLLEGHI.
– RESTITUIRE AI NON TITOLARI IL SENSO DI APPARTENENZA ALLA
CATEGORIA, SPESSO SMARRITO O MOLTO DILUITO.



 

AFNT-TO
“ASSOCIAZIONE FARMACISTI NON TITOLARI DI TORINO"
Via Sidoli 22, 10135 TORINO
cf 97725140012

3LOGHI.jpg
CCNL DIPENDENTI FARMACIA PRIVATA, CONASFA CHIEDE RINNOVO CON URGENZA. PARTE RETRIBUTIVA E TUTELA DEL MALATO ONCOLOGICO PRIORITA' IMPROCASTINABILI
 
 
Il mancato rinnovo del CCNL dei dipendenti di farmacia  privata nella parte retributiva e normativa pesa oggi gravemente sulla situazione lavorativa dei farmacisti collaboratori. Dal 2011 sono rimasti in sospeso temi importanti come formazione continua ed ecm, permessi sindacali, videosorveglianza, nuovi servizi in farmacia, per citare alcuni esempi.
Per quello che riguarda la formazione continua, un aspetto di rilevante importanza per il settore farmacia che evolve in maniera molto dinamica, la mancanza di accordi a livello nazionale e di secondo livello in numerose regioni, ha fatto sì che molti farmacisti collaboratori siano rimasti, in questi ultimi  anni (dal 2011  al 2016), senza copertura economica per i corsi ecm e per le ore dedicate all'aggiornamento professionale. 
Aspetto prioritario del rinnovo del CCNL, non più procastinabile, rimane il giusto riconoscimento retributivo per il farmacista collaboratore, ma ci sono altri temi su cui non si può più temporeggiare vista l'importanza che rivestono.
Tra questi, in primis, il problema della conservazione del posto di lavoro in caso di patologia oncologica e gravi malattie per il dipendente di farmacia privata. Da un rapido confronto tra la normativa su quest'argomento nei vari CCNL di altri settori e il settore farmacie private, emerge una forte penalizzazione del farmacista collaboratore malato grave o oncologico.
Infatti, se un farmacista che lavora in farmacia privata si ammala di cancro o altra patologia grave, se subisce un infortunio, in base agli articoli 47 e 49 del nostro CCNL ha 180 giorni di tempo retribuiti per rientrare al lavoro e se non ci riesce può soltanto, previa richiesta, ottenere ulteriori 120 giorni di aspettativa non retribuita scaduti i quali il titolare potrà procedere al licenziamento.
Conasfa si unisce a Sinasfa nell'appello lanciato dal pres. Francesco Imperadrice a tutte le componenti del nostro settore, affinché prendano posizione al più presto su questo argomento.

IL SITO DELL' ASSOCIAZIONE DEI FARMACISTI NON TITOLARI DI TORINO

CCNL DIPENDENTI FARMACIA PRIVATA, CONASFA CHIEDE RINNOVO CON URGENZA. PARTE RETRIBUTIVA E TUTELA DEL MALATO ONCOLOGICO PRIORITA' IMPROCASTINABILI
 
 
Il mancato rinnovo del CCNL dei dipendenti di farmacia  privata nella parte retributiva e normativa pesa oggi gravemente sulla situazione lavorativa dei farmacisti collaboratori. Dal 2011 sono rimasti in sospeso temi importanti come formazione continua ed ecm, permessi sindacali, videosorveglianza, nuovi servizi in farmacia, per citare alcuni esempi.
Per quello che riguarda la formazione continua, un aspetto di rilevante importanza per il settore farmacia che evolve in maniera molto dinamica, la mancanza di accordi a livello nazionale e di secondo livello in numerose regioni, ha fatto sì che molti farmacisti collaboratori siano rimasti, in questi ultimi  anni (dal 2011  al 2016), senza copertura economica per i corsi ecm e per le ore dedicate all'aggiornamento professionale. 
Aspetto prioritario del rinnovo del CCNL, non più procastinabile, rimane il giusto riconoscimento retributivo per il farmacista collaboratore, ma ci sono altri temi su cui non si può più temporeggiare vista l'importanza che rivestono.
Tra questi, in primis, il problema della conservazione del posto di lavoro in caso di patologia oncologica e gravi malattie per il dipendente di farmacia privata. Da un rapido confronto tra la normativa su quest'argomento nei vari CCNL di altri settori e il settore farmacie private, emerge una forte penalizzazione del farmacista collaboratore malato grave o oncologico.
Infatti, se un farmacista che lavora in farmacia privata si ammala di cancro o altra patologia grave, se subisce un infortunio, in base agli articoli 47 e 49 del nostro CCNL ha 180 giorni di tempo retribuiti per rientrare al lavoro e se non ci riesce può soltanto, previa richiesta, ottenere ulteriori 120 giorni di aspettativa non retribuita scaduti i quali il titolare potrà procedere al licenziamento.
Conasfa si unisce a Sinasfa nell'appello lanciato dal pres. Francesco Imperadrice a tutte le componenti del nostro settore, affinché prendano posizione al più presto su questo argomento.